Innovare il training aziendale con e-book e iPad. Rimini 18 Novembre

11 ottobre 2010 - pubblica su Facebook LinkedIn Xing Twitter FrienFeed Technorati Google Ok Notizie Thumblr

Qual'è l'obiettivo del training online? Scoprilo a Rimini il prossimo 18 novembre
Post scritto da Mauro Sandrini. Seguimi su Twitter.

L'e-learning non è più innovativo. Dopo oltre 10 anni di sperimentazioni e successivi sviluppi tecnici e metodologici è "maturo". Detto in altri termini l'e-learning "è cotto". Non è più di moda e chi ci si avvicina lo fa perché non cerca chiacchiere ma ha bisogno di risultati tangibili in tempi certi e costi chiari.

Questo, però, non è uno svantaggio. Con la maturità, infatti, l'e-learning ha acquisito affidabilità ed i problemi iniziali alla sua introduzione (sopratutto tecnici) sono stati risolti. E' possibile, cioé, utilizzarlo senza rischi.

Per molti anni l'e-learning e' stato considerato veicolo di innovazione "a prescindere". Ma non era sempre vero. Si trattava, a volte, soltanto dell'illusione dell'innovazione. Non importava quanto un'organizzazione fosse renitente al cambiamento; era sufficiente installare una piattaforma con qualche contenuto riconvertito da slide Power Point (dopo aver rinominato quel che era una presentazione in "corso") per poter dire di "aver fatto l'e-learning" e di essere perciò innovativi.

Con la maturità tutto questo è finito. Ora, che non è più di moda, l'e-learning è diventato portatore sano di innovazione seria, efficiente ed affidabile. Tutto il contrario dei fenomeni di tendenza che lo hanno accompagnato per diversi anni all'inizio.

L'oggetto più "cool" del momento è la tavoletta iPad della Apple. E spesso viene tirato in ballo in applicazioni educative e di training. Il bello della moda è che ci mette a disposizione strumenti quando ancora non sappiamo ancora che farcene. E quindi si corre il rischio di gettare energie e risorse in progetti che non durano il tempo di una primavera. L'e-learning, e la sua solidità acquisita col tempo, possono però correrci in aiuto. Quando pensiamo a una applicazione di formazione che sfrutti l'iPad possiamo sfruttare l'esperienza maturata con l'e-learning per distinguere se il progetto è valido oppure se è soltanto una moda.

Le nuove tavolette elettroniche, però, non sono soltanto una moda. Quel che era un apprendimento fruibile solo davanti al PC o al massimo al notebook ora può essere fruito ovunque e in contesti nuovi e sorprendenti.

  1. Come fare per distinguere quel che è moda da quel che è vera innovazione?
  2. Chi li ha già usati e per fare cosa in azienda e nelle organizzazioni?
  3. Quanto costa avviare un progetto di training online, che includa questi nuovi dispositivi?
  4. Esistono dei finanziamenti a supporto?

Per rispondere a queste domande abbiamo organizzato un evento
riservato ai responsabili aziendali per Giovedì 18 Novembre a Rimini

I partner dell'evento sono tre aziende esperte in grado di rispondere a queste domande e di trasferire il know how più aggiornato ai partecipanti. Si tratta di OC Openconsulting (Training online per aziende industriali), Simplicissimus Book Farm (E-book reader e applicazioni iPad), Warrant (Sviluppo d'impresa).

Tutte le informazioni cliccando qui oppure nel banner qui sotto:

Rimini, 18 novembre 2010
Dal training online al training everywhere
INNOVARE IL TRAINING CON E-BOOK E IPAD
Clicca qui per tutte le informazioni e la brochure dell'iniziativa

Segnala questa pagina: Condividi
can you buy cialis online viagra india