Le biblioteche, l'e-learning e gli e-book

01 luglio 2011 - pubblica su Facebook LinkedIn Xing Twitter FrienFeed Technorati Google Ok Notizie Thumblr

Post scritto da Mauro Sandrini. Seguimi su Twitter.


E' uscito da poche settimane il libro "Biblioteche universitarie ed e-learning" a cura di Patrizia Lùperi con la prefazione di Gino Roncaglia.

Anche se questo lavoro è incentrato sull'ambito accademico le tematiche che investe vanno ben al di là delle sole implicazioni per il sistema universitario. Riguardano l'ondata di innovazione che sta investendo tutte le biblioteche costringendole a ridefinire se stesse in uno scenario che vede da un lato i sistemi di e-learning "tradizionali", dall'altro l'arrivo del libro nella sua forma digitale e, non ultimo, le richieste che arrivano alla biblioteca dagli utenti come fosse un vero e proprio centro di apprendimento.

Se i confini tra un ambito e l'altro sfumano sempre più quel che emerge chiaro è che l'offerta dei nuovi servizi non può essere lasciata alla buona volontà dei singoli, ma deve essere impostata a partire da un progetto "sociale" della funzione della biblioteca.

E questo è vero sia per le biblioteche universitarie che per tutte le biblioteche. Tali tematiche sono molto ben approfondite da Valentina Gullà che nel testo si occupa appunto del rapporto tra servizi bibliotecari e web 2.0.

Inoltre, per chi fosse interessato ai temi dell'innovazione e il mondo delle biblioteche, si è svolto pochi giorni fa a Ravenna un seminario sul "Gli ebook in biblioteca. La fine dei libri o l'inizio di una nuova storia?" i cui atti sono liberamente scaricabili qui.

Segnala questa pagina: Condividi
can you buy cialis online viagra india