C'è di peggio che rimanere senza soldi...

28 ottobre 2010 - pubblica su Facebook LinkedIn Xing Twitter FrienFeed Technorati Google Ok Notizie Thumblr

Se mancano i soldi restano le idee...

Post scritto da Mauro Sandrini. Seguimi su Twitter.

Chi propone progetti innovativi conosce la scena: il progetto viene presentato, magari apprezzato ma… una volta arrivati al dunque l'atroce realtà blocca sul nascere i più utili fra i progetti. "Non ci sono soldi" ci si sente dire, e anche "come faccio a chiedere soldi per il budget del prossimo anno? Mi hanno chiesto di tagliare quei pochi che già ci sono…"

La realtà è sempre un bel metro per misurare la concretezza delle idee. A volte i creativi esagerano (vedi per esempio qui) e perdono il contatto con la realtà.

Questo, pero', non è vero per tutti progetti. Sopratutto non è vero per quelli che nascono dall'esperienza sul campo di chi conosce la propria organizzazione e i propri utenti. Nel caso delle aziende di chi conosce bene il proprio mercato.

Progetti di cui, per la tua esperienza professionale, sei certo del valore e anche delle possibilità di successo. Non procedere con queste iniziative può significare un grave danno in termini di mancate opportunità per l'azienda e di frustrazione dell'energia creativa di chi le propone.

Per le imprese, soprattutto, non è più vero che non ci sono soldi

Ne ha parlato molto lucidamente Manfredda di Assolombarda al Convegno SIeL di pochi giorni fa, evidenziando come di tutti i fondi destinati al finanziamento della formazione per imprese solo l'1,9% (uno virgola nove percento) è destinato a formazione innovativa o meglio su tematiche innovative.

Quindi non ci sono più scuse

Se il 98,1% della formazione finanziata non è innovativa questo dipende da noi che:

1. non sappiamo comunicarla in modo adeguato ai nostri interlocutori

2. non sappiamo accedere ai finanziamenti disponibili per avviare questi progetti

Se il problema dei soldi non c'è più allora le ragioni sono altre. Meno evidenti e più sottili: la paura del cambiamento sopratutto.

Spesso pur di non affrontarla non si fa nulla. Senza rendersi conto che NON FARE è già una decisione. Spesso la peggiore. Di sicuro è la peggiore quando esistono modi per sperimentare percorsi innovativi a costo zero per l'organizzazione grazie ai finanziamenti a supporto.

Non si tratta, comunque, di un percorso facile. Per questo abbiamo organizzato la giornata di Rimini il prossimo 18 Novembre sul tema: "INNOVARE IL TRAINING CON E-BOOK E IPAD".

Chi partecipa potrà accedere ad un evento particolare in cui avrà a disposizione:

1. esperti di progetti di training online di successo in imprese medie e grandi

2. esperti nei nuovi dispositivi mobili (e-book e iPad)

e, sopratutto, la consulenza durante e dopo l'evento di chi può supportare il progetto innovativo attivando i finanziamenti disponibili (dopo averne verificato la possibilità ovviamente).

Si tratta di una giornata in cui chi vuole incamminarsi lungo un sentiero innovativo può farlo attingendo all'esperienza di chi lo fa già. In altri termini: in un'unica giornata è possibile disporre di una supervisione completa avendo delle risposte immediate sulla fattibilità della propria idea progettuale.

Da non perdere.

Rimini, 18 novembre 2010
Dal training online al training everywhere
INNOVARE IL TRAINING CON E-BOOK E IPAD
Clicca qui per tutte le informazioni e la brochure dell'iniziativa

Segnala questa pagina: Condividi
can you buy cialis online viagra india