Risparmiare energia con l'e-learning

31 maggio 2010 - pubblica su Facebook LinkedIn Xing Twitter FrienFeed Technorati Google Ok Notizie Thumblr


Post scritto da Mauro Sandrini. Seguimi su Twitter.

Una conversazione in spiaggia a conclusione dei lavori della International E-learning Summer School, il 22 giugno prossimo alle ore 17:30. Per richiedere di poter partecipare clicca qui.

Con l'apprendimento online è possibile risparmiare molti dei viaggi che le persone dedicano alle attività di formazione ottenendo così risparmi importanti rispetto all'impatto ambientale di una organizzazione. L'e-learning, ovvero l'apprendimento attraverso Internet, è uno strumento che oggi sempre di più viene utilizzato nelle aziende, ma anche nelle pubbliche amministrazioni, per risparmiare senza rinunciare alla qualità della formazione e del training. Ed è anche un'area di sviluppo importante per le attività legate alla green economy. Ogni viaggio risparmiato per la formazione, infatti, migliora sia il conto economico sia quello ambientale con una riduzione diretta delle emissioni per mancati viaggi. Un approccio sempre più importante per organizzazioni consapevoli dello stato del pianeta.

Oggi che abbiamo toccato il picco nella produzione del petrolio, e il prezzo della benzina continua a crescere, siamo costretti a cercare soluzioni di risparmio energetico ovunque e non solo nella produzione diretta di energia come accade per esempio col fotovoltaico. Si pensi ai risparmi energetici ottenibili convertendo la formazione tradizionale anche parzialmente in e-learning. Immediatamente avremo persone che si muovono di meno, con meno rischi e minor impatto ambientale. Per non parlare dell'incremento di produttività derivante dall'azzeramento dei tempi morti dedicati agli spostamenti che possono essere impiegati nella produzione.

Ma quanti sarebbero questi risparmi? Ci sono istituti internazionali come il MRT dell'Università di Copenaghen che cominciano ad affrontare l'argomento e aziende come la Adobe che stimano il risparmio in oltre 1.1 tonnellate di CO2 risparmiata per ogni partecipante a un seminario residenziale di tre giorni. Se le stesse attività di formazione avvenissero in e-learning la produzione di CO2 sarebbe praticamente zero. Per non parlare dell'impatto sulla qualità della vita (minor stress) e sulla riduzione rischi per minori viaggi. Si tratta di risparmi che i sistemi alternativi di produzione energetica oggi non sono in grado di garantire perché necessitano di molti anni per diventare economicamente attraenti.

Con l'e-learning è possibile ottenere tutto ciò in modo pressoché immediato. Si tratta quindi di un tema non certo per specialisti ma per tutti coloro che hanno a cuore uno sviluppo sostenibile del pianeta e che sono interessati a vario titolo al tema della formazione. Anche grazie all'e-learning la crisi attuale diventa una opportunità per innovare nel segno della sostenibilità ambientale.

Di questo argomento ne parleremo in un clima informale all'ora dell'aperitivo il prossimo 22 giugno i partecipanti alla International E-learning Summer School che si svolge negli stessi giorni presso il Boca Barranca. Saranno presenti insieme agli esperti internazionali anche responsabili aziendali e autorità locali.

L'evento è gratuito per chi richiede la partecipazione compilando il modulo che si trova
-->cliccando qui<--
.

Segnala questa pagina: Condividi
can you buy cialis online viagra india