ELGOV. E-learning ed E-government (I ed.)

Strategie di governo ed educazione per la società della conoscenza

13 Dicembre 2007

Oggi i processi digitali si intrecciano sempre più con quelli di governo e ormai molte delle amministrazioni pubbliche hanno affrontato percorsi volti a migliorare l'efficienza dei servizi ai cittadini in molti ambiti: dalla carta d'identità digitale allo snellimento delle procedure burocratiche.

Un aspetto pare rimanere fuori da questi incrementi di efficienza: la formazione delle persone che lavorano nelle amministrazioni e l'educazione del cittadino. Si considera ancora la formazione un'aspetto appannaggio di scuola e università a cui eventualmente rivolgersi per affrontare questioni specifiche.

Ma nella società della conoscenza non è più cosi: i processi di apprendimento si situano al nucleo dei processi di innovazione di ogni organizzazione.

Per ciò che concerne le amministrazioni pubbliche, in particolare, vogliamo mettere in evidenza che nella società della conoscenza alla tradizionale comunicazione si affiancano processi di educazione volti a formare il cittadino, appunto, su questioni specifiche, ma importanti, su cui viene chiamato a partecipare. In un altro modo possiamo chiederci: come è possibile la partecipazione nella società della conoscenza senza includere i processi che innovano il modo di imparare delle persone nei processi decisionali?
In altre parole è possibile l'e-government senza l'e-learning?

Esperti del settore presenteranno scenari e prospettive in questo ambito.

PROGRAMMA E ATTI DEL CONVEGNO

9.50 Imma Cittarelli, FORMEZ,
Dal Knowledge Management Al Net Learning per la Pubblica Amministrazione
(Documento non disponibile)

10.10 Mirella Casini Schaerf, CNIPA,
L'esperienza del CNIPA nei processi di e-government

10.30 Oscar Marchisio, Fuzzy Net,
Lo sviluppo delle comunità locali attraverso una integrazione tra relazioni virtuali e reali. Dalle regioni italiane alla Cina
Nel video si mostra un esempio di scambio fra le culture del leccese e quelle cinesi che innesca processi di apprendimento reciproco imprevedibili.

10.50 Lucio Del Paggio, Consiglio Nazionale Forense,
L'esperienza di innovazione del CNF tra ordini professionali e ministeri
(Documento non disponibile)

11.10 Roberto Del Mastro, Open Consulting
Le metodologie dell'e-learning per una pubblica amministrazione che ascolta i cittadini

11.45 Markus Costabiei, Stefan Walzer, Provincia autonoma di Bolzano,
L´ e-learning come parte integrante del sistema e-government in Alto Adige
(Documento non disponibile)

12.00 Gianni Vercelli, Università di Genova
Le tecnologie del web 2.0 applicate all'e-learning

Sessione del pomeriggio:
LA RICERCA INTERDISCIPLINARE PER L'E-LEARNING
Coordina Gianni Vercelli, Università di Genova

14.30 Paolo Landri, CNR,
Verso una sociologia dell'e-learning

14.45 Fabio D'Andrea, Università di Perugia
(Documento non disponibile)

15.00 Emmanuele Somma, Banca d'Italia
Computing scientifico e collaborazione nel modello di Enterprise Architecture della Banca d'Italia

15.15 Giuliano Vivanet, Università di Genova,
Il Semantic Web per l'e-learning e l'e-government: un approccio basato sulle Topic Maps

15.30 Massimiliano Miglio, CstAdvising,
Il Semantic Web applicato ai percorsi di apprendimento per le organizzazioni innovative

15.45 Paolo Lattanzio, Università di Teramo,
La qualità dell'e-learning per l'e-government

16.00 Gianluigi Fioriglio, Giuseppe Croari, Università di Bologna,
L'e-learning per l'e-government. Profili giuridici

buy accutane no prescription bad credit payday loans order cipro levitra kamagra oral jelly pas cher diflucan buy online bad credit payday loans buy zithromax order lasix online payday loan yes